Copertina di Fabio Vanni per smarginature.it

I più letti

nl-smarginature2

I più recenti

Seguimi su Facebook

Le piacevano le immagini, i corpi femminili, l’armonia delle linee che ispirava sentimenti belli.
i corpi grossi ispirano passioni, sesso, nulla di poetico. A 16 anni non la vedi la poesia nel sesso.

6 Marzo
sono grassa e devo ricordarmelo, ho i fianchi larghi, le cosce deformi, la pancia, il culo grosso e ho appena 16 anni.
Metodo:
– elencare i difetti fino a farli diventare insopportabili così prima o poi sarò obbligata a fare qualcosa
– foto delle persone a cui somigliare attaccate al muro, pesarsi tutte le mattine davanti allo specchio
– Sputare il cibo nei tovaglioli di carta, accartocciarli e metterli in borsa. dio che odio questi tovaglioli di stoffa dei ristoranti! Spaccherei tutto, cazzo!
Oggi sono stata brava, sono felice. Sdraiata riesco a sentire le ossa sui fianchi, ma devo bere di più. Devo bere e fare più cyclette, lo faccio stanotte.

7Marzo
Sono una deficiente. Mi odio,ho mangiato quella merda di biscotto e ora non riesco a vomitarlo. Ok, non devo perdere la calma, respiro lento e profondo e riprogrammo. Non devo perdere la calma. Posso rimediare: stasera dico a mia madre che sono costipata così mi faccio comprare i lassativi. Da domani mattina li prendo e andrà meglio. Tanto lei è concentrata sul suo meeting di venerdì e non si accorgerà di nulla, perfetto.

20Aprile
Sono felice. Peso 48 kg e finalmente vedo il 4 davanti. Devono ancora sparire 8 chili ma ce la farò. Oggi non ho neanche fame.

2Maggio
Peso ancora 46 kg. Non ce la farò mai. Mi sono uscite le smagliature ma non ci devo pensare. Per quelle non c’è rimedio e non posso deconcentrarmi. Devo stare focalizzata su quello che posso migliorare e questo culo enorme si può migliorare. Oggi ho mangiato una mela, bene. Mamma mi ha portato da mangiare in macchina, che stronza. E’ subdola ma io sono meglio. Mi ha portato un panino con la carne dentro non ci posso credere, ma meglio così, la poltiglia è più facile da sputare nei tovaglioli. Sono riuscita a sputare tutto e a mettere in borsa. Appena vado a casa butto tutto nel water. Ce l’ho fatta!

10Maggio
Ancora 45 kg. Mi odio. Sono orribile, un mostro. Milena mi ha detto che sono troppo magra, peccato però che ha rosicato tutta la sera perché io avevo gli shorts e il top e lei non può metterseli. E Max mi ha guardata tutta la sera, credo che cominci a vedermi finalmente. Tra un mese si che sarò perfetta e mi chiederà di uscire.

15Maggio
45 kig. Non ce la farò mai ad arrivare a 40. Mi gira la testa e non riesco a seguire le lezioni. Vorrei stare a casa sdraiata, sarebbe più facile. Mi odio. Oggi in metro ho visto due ragazze stupende, credo fossero modelle. Avevano la mia età 15-16 anni, con i pantaloncini e la canotta e i capelli lunghissimi e sciolti. Avevano le gambe così magre e lunghe. E poi quei visi dolci, senza trucco, odio i miei genitori perché mi hanno fatto un cesso.

23Maggio
Mi sento sola, vorrei che qualcuno mi aiutasse a concentrarmi, a raggiungere gli obiettivi. Ieri sono andata da H&M e ho comprato un nuovo paio di Jeans. Taglia XS. Mi sta, ma deve andarmi larga. Settimana prossima mi andrà larga. Forza Rebecca ce la puoi fare. Forza.

1Giugno
Domani non si va scuola per la festa della Repubblica. Mi è saltato il ciclo ed è meglio così, era solo una rottura. Mia madre è una stronza, per fortuna mio padre si fa i cazzi suoi.

8Giugno
Sono svenuta a scuola e quella stronza della Prof d matematica ha fatto chiamare l’ambulanza. Mi hanno fatto una flebo. Ora sono a casa, mamma e papà sono di là con una terapista o analista o non so che cazzo faccia ma sta dicendo che sono anoressica e che loro devono essere più presenti. Sono in prigione, in questa stanza rinchiusa a sentire questa deficiente che parla ai miei e soprattutto a pensare alla Marzano. E’ tutta colpa sua, ma perché ha chiamato l’ambulanza. Ora devo pensare anche a smaltire quella cavolo di flebo, c’erano di sicuro zuccheri e cosi tutta la settimana va a puttane per colpa della prof.

17Giugno
Sono felice. Peso 41 kg. Solo 1 chilo al traguardo e stasera esco. Passa a prendermi Francesca e andiamo alla festa della Roby. Metterò il vestito nero e i tacchi, l’ho già provato e sembro magrissima. Mamma mi trucca stasera, a volte non è tanto stronza.

2luglio
La scuola è finita. Mi sento tanto stanca, fa caldo cosi bevo tanto ed è meglio così mi gonfio e non ho fame. Oggi ho mangiato una fetta biscottata. Sono quasi felice ma mi rende triste tutto questo parlare. Sono magra ma non magrissima. Solo perché ho perso molti chili velocemente stanno tutti a rompere le palle. Allora dico, siete convinti che quando ero grassa stessi bene? Semplicemente la mia infelicità non si vedeva perché era nascosta dal culone enorme. infelicità nascosta dal grasso. Possibile che solo ora vedete la malattia? E le serate che ho passato a casa per non uscire? Ancora ricordo a 13 anni al compleanno di Stefy. Non ci sono andata perché gli unici jeans che mi andavano decentemente erano sporchi e il resto mi stava da cani, sembravo una balena. E quando Fra mi ha baciato la prima volta. Pensavo solo “dio ti prego fa che non mi tocchi i fianchi, se scopre i rotoli mi ammazzo”. Ecco per voi deficienti, io lì stavo bene eh? Ero sana. Io ORA sono sana perché sono quello che volevo essere lo capite? Perché stasera mi metto il vestitino che ho sempre sognato. E se anche Max non mi calcola non me ne frega. Perché mi guarderò e sarò felice. Mamma oggi è venuta in camera. Mi ha abbracciato e mi ha detto che mi ama follemente. Io le voglio bene, ma deve capire che se mi impedisce il mio obiettivo io la odierò a morte.

3Luglio le 2 di notte
Sono appena rientrata dalla festa. Ho postato la foto col vestitino nero su instagram e ho raggiunto quasi 100like. E io sarei malata? Sono solo invidiose.

25Luglio
la XS mi va finalmente larga.

9Agosto
40 kili. Fa caldo. Mamma e papà mi vogliono parlare, hanno detto che stasera mi diranno.

9Agosto
E’ tardi. Mamma e papà mi hanno parlato. Si sono accorti che sputo la cena. hanno disdetto il nostro viaggio a Barcellona e mi porteranno in un centro di recupero. Ora che sono arrivata all’obiettivo?! non posso permetterlo. Tutti questi sacrifici devono essere serviti a qualcosa. Ho detto loro di darmi una chance e provare a farmi recuperare da sola. Non ci hanno ancora creduto fino in fondo ma ho visto papà vacillare, magari convince mamma. Io non posso interrompere ora.

12Agosto
Papà mi ha portato a uscire. Siamo andati al parco lambro. Mi ha raccontato che da piccola avevo circa due anni avevo cominciato ad amare quel parco e gli chiedevo “andiamo al parco lando”. E’ stato bello saperlo. Andavamo in bici e poi mi facevano lanciare i ramoscelli secchi nel fiume. Non abbiamo parlato del mio peso. Ho quasi dimenticato per un po’ tutta l’angoscia che sento in questo periodo. La concentrazione mi stanca a volte e oggi pomeriggio è stato come respirare di nuovo. Non mi ha mai chiesto di andare a prendere un gelato anche se credo ne avesse voglia. Amo tanto il mio papà ma io devo anche essere bella, non posso solo essere la loro bambina. Forse credo che arriverò a 38 kilo così poi sto più tranquilla.

13Agosto
Oggi mi porteranno al centro. Non posso permetterlo.

13 Agosto. Lettera ai miei genitori.
Cari mamma e papà, vorrei essere la Rebecca che a 3 anni cantava la canzone di Pippi Calzelunghe con voi in bici…pippi pippi pippi che nome fa un po’ ridere, ma voi riderete di quello che farò.
Non riderete oggi per quello che farò, ma non ne posso più, sono stanca. Vi amerò sempre.
Spero di andare in paradiso nonostante quello che sto per fare.
Spero che il paradiso non abbia specchi.

I più letti

nl-smarginature2

I più recenti

Seguimi su Facebook

Related Post

Commenti