I più letti

nl-smarginature2

I più recenti

Seguimi su Facebook

Incontro Andrea, il folletto degli scogli.
Muove le mani e va su e giù
non so come faccia avrà i calli ai piedi.
Quasi saltella sulle rocce appuntite.
E poi parla, parla
e quando vede Pierpaolo dice ‘ciao zoccoletta’.
La malinconia dietro il rumore delle onde.

Andrea mi regala una mela rossa,
Poi mi da un bacio.
Non mi guarda negli occhi
Sono troppo vestita.

Oggi mangia un’insalata ma non ha le posate.
Prende dei rami
col coltellino svizzero
Ne fa due bacchette giapponesi.
Spavaldo, si sente maschio rozzo,
lui che senza paillettes non va neanche al mercato del pesce.

Andrea regala il sorriso
E non lo sa che oggi io non cerco altro.
Si preoccupa della mia pelle troppo chiara,
mi offre la sua crema.
Se qualcuno dietro gli scogli
Gioca all’amore con le mani
Lui semplicemente si allontana e recita
‘L’albero a cui tendevi la pargoletta mano…’.

Credo resterà per me due occhi vispi,
E la sua dolcezza quando ha abbracciato Pierpaolo.
Si è ammosciata la tensione
E lui è diventato un’onda fragile.

I più letti

nl-smarginature2

I più recenti

Seguimi su Facebook

Related Post

Commenti